Apicectomia

L'apicectomia è un intervento di chirurgia orale che prevede la rimozione dell'apice infetto (lat.apex)  di una radice dentale.

L'intervento viene eseguito in anestesia locale ed è indolore, il recupero e' breve assumendo farmaci antinfiammatori e antibiotici.

La pulpite è un processo infiammatorio della polpa dentaria che, in gergo, viene detto "infiammazione del nervo del dente."

La pulpite richiede la devitalizzazione – trattamento del canale , in anestesia locale, si pratica una piccola apertura nel dente per accedere al canale e alla polpa danneggiata, che viene rimossa. Il canale viene pulito e allargato con strumenti di precisione, poi riempito e sigillato. Il dente viene otturato con una chiusura temporanea o definitiva.

La pulizia del canale radicolare a volte è difficile o impossibile a causa di canali stretti e / o curvi.

Se il primo trattamento è fallito, si ripete il processo soprascritto cioe' si fa' il cosidetto ritrattamento  „revisione riempimento“, invece come ultima opzione per tentare di salvare il dente al paziente si propone l'apicectomia.

L'apicectomia viene anche effettuata per risanare granulomi, cisti ed ascessi dentali.


Intervento – come funziona?

-  il Dottore effettua un'incisione direttamente nella gengiva: così facendo, la radice sottostante viene completamente esposta, il tessuto infetto viene rimosso


- se e' necessario o se il difetto osseo e' grande viene utilizzato l'osso artificiale e le membrane.

L'apicectomia puo' essere eseguita sia sui denti frontali e sia sui molari, ma non viene consigliata per i denti con radice molto corta e denti mobili.



Richiedi un preventivo gratuito