Denti del giudizio – possibili complicazioni nel spuntare dei terzi molari

I denti del giudizio o i cosiddetti terzi molari chiamati anche„ottavi“, sono gli ultimi denti a eruttare, spesso nella tardaadolescenza o appena compiuti i vent'anni, mentre in alcunepersone questi denti non esistono.  Si tratta di denti che sonoun residuo di tempi antichi  - patrimonio ereditario che ci perviene dagli antichi ominidi, quando la loro funzione era quella di aiutare a masticare cibi duri e crudi, ma oggi nonsono funzionalmente necessari e a causa dei cambiamentinella forma delle mascelle, spesso non c'e' posto per loro.

E' proprio per questo motivo che spesso insorgonocomplicazioni al momento della crescita dei denti del giudizio.

Queste possono comprendere:

- Una fuoriuscita difficile

- Una fuoriuscita parziale o denti del giudizio impattati

- Denti del giudizio retinati

Queste complicanze si manifestano di solito in mancanza dellospazio necessario per la crescita oppure se il dente di giudizionon e' posizionato correttamente all'interno dell'arcata.  Alcune volte la costituzione dello stesso dente puo' esserecausa della sua difficile fuoriuscita ed e' possibile pure la mancanza dell'impulso di crescita.

A seconda della gravita' della situazione, il dentista puo' tentare di salvare il dente, aiutandolo a fuoriuscire con unasemplice incisione della mucosa che lo ricopre, ma nei casipiu' gravi il dente deve venir estratto. Vale a dire, denti del giudizio retinati o impattati possono causare infiammazioni e cisti, ma anche una fuoriuscita difficile puo' causare dolore, gonfiore, difficolta' ad aprire la bocca, a volte febbre e dolorein altre parti della testa.

I denti del giudizio vengono estratti come gli altri denti, anchese a volte la procedura e' un po' piu' complicata a causa della loro posizione in profondita' della mascella e eventualicomplicazioni presenti. La procedura viene di solito eseguitain anestesia locale.

Il recupero post-operatorio e' individuale e spesso si verificanodolore e gonfiore nell'area circostante, e quindi e' possibile cheal paziente veranno prescitti antidolorifici e antibiotici.  Occasionalmente puo' verificarsi sanguinamento prolungatoche deve essere segnalato al dentista. 

E' importante seguire le istruzioni del dentista e del chirurgoorale e trattare la ferita solo dopo la formazione del coagulo, dopo di che viene applicato un anisettico.

Richiedi un preventivo gratuito