Impianti dentali: ripristino, ma anche salvaguardia dei denti naturali

E’ ormai risaputo che gli impianti dentali sono una soluzione migliore rispetto alle classiche tecniche protesiche quali il ponte o le protesi mobili, ma non tutti sanno il perché. Vediamo di scoprire alcuni vantaggi degli impianti e chiarire anche perché questa tecnica odontoiatrica è sempre più richiesta, ma anche perché presenta dei prezzi superiori rispetto ad altre tecniche.

Innanzitutto vediamo di che cosa si compone un impianto. Oltre al perno, che viene inserito all'interno dell’osso della mascella o della mandibola, l’impianto è composto da una struttura che funge da nesso tra il perno e l’elemento che va a chiudere tutto il sistema, ovvero la corona. Il tutto è realizzato con materiali altamente tollerabili e duraturi, quali il titanio per i perni e la ceramica per le corone. Ciò rende gli impianti duraturi, permanenti e immobili, e al massimo, in caso di danni alla corona, è possibile sostituire soltanto tale elemento.


Vantaggi rispetto ai ponti

Il maggior vantaggio degli impianti è quello di non danneggiare i denti circostanti, anzi, l’impianto aiuterà a mantenere la loro posizione ideale. Per capire meglio dobbiamo vedere in quale modo viene posto un ponte e come viene sorretto. Infatti, è in questo frangente che si generano i maggiori problemi in quanto il ponte viene agganciato ai denti circostanti, nel caso essi siano sani, e che per questo devono venir limati, diventando dei monconi per il ponte. In breve, per sorreggere un ponte i denti adiacenti, se sani, vengono compromessi e se invece non lo sono, devono venir prima curati e preparati per poterlo sorreggere.
Per tanto, lo svantaggio principale di questa tecnica è il compromettere denti perfettamente sani per rimpiazzare elementi persi, mentre nel caso di denti già compromessi, tutto il trattamento potrebbe diventare duraturo e complesso.
Il secondo vantaggio degli impianti rispetto al ponte è la durata della struttura, che nel caso dei ponti è inferiore. Inoltre, il ponte richiede maggiori cure domiciliari per il mantenimento dell’igiene orale.

Per finire, l’impianto garantirà che tutta la dentatura si mantenga in salute prevenendo spostamenti tendenti a diminuire il varco che si è creato con la perdita di un dente e favorirà il mantenimento del volume osseo.


Possibilità in caso di edentulia totale

Anche nel caso di edentulia totale, una soluzione con impianti è di gran lunga preferibile rispetto a protesi di altro tipo. Prima di tutto, vanno distinte alcune soluzioni possibili, suddivisibili prima di tutto per numero di impianti: quella a due, a quattro o più impianti. Su di essi possono poi venir poste protesi fisse oppure protesi mobili.  

In ogni caso le protesi fisse su impianti sono indicate per prevenire la perdita di volume osseo e la retrazione gengivale, fornendo una soluzione che può dimostrarsi veramente permanente e minimizzando ogni svantaggio per il paziente.
Anche nel caso di protesi mobili su impianti, si hanno però numerosi vantaggi rispetto alle protesi mobili classiche. Prima tra tutte si annovera la stabilità della dentiera, il che apporta tollerabilità e comfort, rendendo il paziente più sicuro di se e del suo sorriso.   


Per concludere vediamo di riassumere i pro e i contro dei sistemi che abbiamo analizzato. L’impianto, soluzione all'avanguardia, è ideale per ripristinare uno o più denti mancanti, ma viene utilizzata anche nei casi di edentulia totale. A causa dei materiali utilizzati, del trattamento chirurgico necessario per inserirli, nonché della necessità di realizzare la sovrastruttura, la soluzione implantologica risulta più costosa.

Dall'altro lato, ponti e protesi mobili sono soluzioni valide per ovviare alla perdita di uno o più denti, e vanno consigliate a chi presenta problemi gravi di volume osseo o di salute generale.



Richiedi un preventivo gratuito